Silvio Giavedoni

Di origini friulane, Silvio Giavedoni, classe 1982, cresce con i sapori del forno-pasticceria di proprietà del nonno materno. Alterna al gioco dei soldatini quello di impastare il pane e i dolci e da lì inizia ad alimentare la sua passione per il mondo della cucina. Mentre frequenta l’istituto alberghiero di Aviano, si dedica a diversi stage in alcuni ristoranti tra cui, la Corte Sconta di Venezia, la Rucola di Sirmione e lo stellato Miramonti l’Altro di Concesio (BS), dove dal 1999 al 2001 diventa capo partita. Decide di allargare i suoi orizzonti e parte alla volta di Parigi, dove dal 2001 al 2002 lavora da Pierre Gagnaire e poi presso l’hotel George V a fianco dello chef Philippe Legendre.
Nel 2003 raggiunge le cucine di Massimiliano Alajmo con l’intenzione di fermarsi solo un anno e ripartire, mentre in realtà nelle cucine delle Calandre metterà le radici e farà altre esperienze mirate da grandi professionisti. Nel 2007 si trasferisce in Giappone per l’apertura del ristorante Calandrino a Tokyo. A marzo 2009 rientra alle Calandre e viene coinvolto nello sviluppo di diversi progetti gastronomici tra cui la linea di gastronomia di In.gredienti, il ristorante Abc di Montecchia e ora il Gran Caffè e Ristorante Quadri a Venezia.

condivi questa pagina
Silvio Giavedoni